Assessore Pdl paragona Kyenge alle prostitute

kyengePer criticare il ministro Cecilie Kyenge, che vuol modificare la legge Bossi-Fini sull’immigrazione, un assessore del Pdl di Diano Marina, in provincia d’Imperia, finisce per definirla una prostituta su Facebook. Scrive l’assessore Cristiano Za Garibaldi sul suo profilo: ”Se la becco… Ma non frequento di notte il rettilineo di Ceriale”, luogo frequentato da chi vende sesso, soprattutto donne africane. La notizia e’ stata rilancia dal sito di Repubblica, dopo la pubblicazione sul sito Imperiapost. Per l’assessore sono arrivati vari consensi, ma anche critiche. Rispondendo a una di queste scrive: ”Non è una questione politica. Sono contro a qualsiasi legge salva chiunque. Il governo e la Kyenge che si preoccupino di salvare gli italiani dalla super tassazione, da Befera e dal suicidio. I miei elettori e non solo i miei ne hanno le scatole piene”.
Calderoli, io punito più di Kabobo – C’è voluto ”un giorno per dire che non doveva essere punito Kabobo”, l’uomo che con un piccone uccise diverse persone a Milano, ”a me per la storia dell’orango … mi hanno denunciato alla procura della repubblica, all’ordine dei medici e una catena di ristoranti mi ha vietato l’ingresso”: Roberto Calderoli è tornato così a parlare del caso Kyenge, il ministro che lui aveva paragonato a un orango scatenando un sacco di polemiche. Calderoli ha ricordato di essersi per questo ”scusato anche con Gesù”. ”Sapevo che avrei subìto ma sapevo che avrei messo insieme il movimento”.

Precedente Terremoti, la terra trema in Friuli e Sicilia Successivo Tromba d'aria su litorale romano, volano barche