Il 70% degli italiani acquista i regali online: i risultati della ricerca Netcomm

Il Natale è alle porte e moltissimi italiani sono alle prese con i regali, ma dove acquistano e cosa regalano?

Oggi ormai tutto gira intorno al web e ancora più intorno al cellulare: le persone non hanno tempo, i ritmi sono frenetici e si ha sempre più necessità di risparmiare sugli acquisti.

Siamo nell’era dell’e-commerce. del digitale e degli acquisti online: a confermarlo è anche una ricerca di Netcomm, consorzio italiano del commercio elettronico, che condotto un sondaggio sull’argomento intervistando circa 2000 persone in tutto il territorio nazionale che avessero compiuto almeno diciotto anni di età.

I risultati parlano chiaro: sono circa il 70% gli italiano che fanno acquisti online ricercando gli articoli tramite motore di ricerca, forum e social o basandosi sui siti comparatori di prezzi.

Dalla ricerca di Netcomm emerge che gli italiani che acquistano online lo fanno soprattutto su invito diretto da parte del marchio che comunica al cliente la promozione via mail, via sms o tramite newsletter.

I più accaniti compratori online sono senza dubbio i ragazzi sotto i 30 anni, conoscono tutti gli strumenti per acquistare su internet risparmiando sui costi, utilizzano frequentemente le app e concludono i loro acquisti prevalentemente dallo smartphone.

Anche le donne sono molto propense all’acquisto online, attive sui social in genere si fanno trasportare dalle mode del momento e acquistano capi di tendenza puntando ad una buona percentuale di sconto.

Anche chi non ha dimistichezza con internet e le modalità di acquisto online non disdegna comunque lo shopping via web, i dati sembrano confermare che questa tipologia di utenti commissionano gli acquisti ad amici e conoscenti, confermando dunque l’esito dell’indagine: tutti pazzi per gli acquisti online insomma!

Le aziende si stanno muovendo in questa direzione per assecondare ormai un’era sempre più digitale: ormai si acquista quasi tutto via internet, dall’abbigliamento al cibo, ai cellulari, gioielli e prodotti per l’igiene personale e delle casa.

E voi come acquistate? Diteci la vostra!

 

Precedente Provincia di Torino: trasporto pubblico extraurbano vs trasporto urbano Successivo Il web, i Social e la crisi dell’italiano