Il blogger: la nuova professione del futuro

Siamo nell’era di Internet 3.0:  tutto ruota intorno al web, i siti sono ormai ottimizzati per i motori di ricerca e se hai un attività ma non sei online sei out.

Si comunica via web, si acquista via web, e si lavora sempre più via internet: nascono sempre più professioni e modi di guadagnare online, tra queste spicca la figura del blogger.

Il blogger potrebbe davvero considerarsi la professione del futuro: avere un blog ben ottimizzato per i motori di ricerca è sicuramente una carta vincente per farsi conoscere e promuoversi online.

Tutti possono diventare blogger ma è importante avere gli strumenti giusti per riuscire a farlo: non sempre infatti è sufficiente avere un blog per farlo funzionare, ma è necessario conoscere gli strumenti per far sì che venga visto e quindi che diventi popolare.

Aprire un blog è relativamente semplice: oggi esistono piattaforme come Blogger che consentono di creare il proprio sito in modo semplice e gratuito anche a chi non è esperto del settore, ma avere un blog che non funziona è come non essere presenti su internet: se nessuno lo vede è come se non esistesse!

Fare il blogger dunque non significa soltanto aprire un blog, ma mettere in atto tutte quelle strategie di web marketing che consentono di generare traffico al sito: innanzitutto si dovrà partire dai contenuti.

Creare dei contenuti ottimizzati per i motori di ricerca e che siano scritti anche per chi legge: insomma il S.E.O. è una delle competenze che il blogger dovrà possedere nel suo bagaglio.

Non solo: dovrà anche saper comunicare, individuare il suo target di riferimento ovvero a chi rivolgersi e fare in modo di raggiungere quel tipo di lettori: è importante non annoiare, offrire spunti interessanti al lettore, che siano notizie o curiosità che si parli di consigli o si approfondisca un argomento popolare l’importante è creare condivisione, insomma la parola d’ordine è interessare.

Le attività di un blogger dunque sono molteplici e non si limitano al blog in sè: una buona strategia nei social network permetterà una maggiore diffusione dei contenuti e fara sì che il blog venga visualizzato e conosciuto più velocemente. Soltanto quando il blog avrà ottenuto un buon livello di visualizzazioni si potrà pensare a trarne un guadagno: sarà possibile inserire dei banner pubblicitari di altre aziende o scambiare link con altri siti.

Non solo: pensate ai vantaggi che potrebbe trarne chi offre servizi e vende prodotti, il blog diventa una vera vetrina per farsi conoscere, parlare di sè e comunicare, insomma per creare la propria  reputazione online.

Insomma il blogger non è una professione che richiede improvvisazione, ma come tutte le altre per avere successo deve unire impegno, conoscenza e inventiva.

Precedente Il web, i Social e la crisi dell’italiano Successivo Utenti lavoratori e utenti studenti