Crea sito

In arrivo il nuovo standard per il digitale terrestre

Entro il 2022 cambierà il segnale di ricezione dei canali televisivi e si concluderà il passaggio al nuovo standard del digitale terrestre denominato DVB-T2. Un passaggio che sicuramente porterà dei benefici per le emittenti televisive in quanto il nuovo standard permetterà di ampliare l’offerta e di fornire contenuti migliori, al tempo stesso tutto ciò si rifletterà inevitabilmente sulla spesa delle famiglie italiane. Il Codacons, infatti, stima che saranno oltre 10 milioni i televisori non in grado di ricevere il nuovo segnale e si dovrà pertanto sostituire l’apparecchio o fornirsi di un decoder per l’acquisto del quale occorreranno dai 30 i 250 euro

Bisogna ricordare che il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto il Bonus TV, un fondo da 151 milioni di euro per i prossimi anni (25 milioni per il 2019, 76 milioni per il 2020, 25 milioni per il 2021, 25 milioni per il 2022) per permettere alle famiglie con basso reddito di acquistare un nuovo TV o decoder. Il Bonus TV prevede uno sconto massimo di 50 euro in fase di acquisto: possono farne richiesta tutte le famiglie nella fascia ISEE 1 e ISEE 2.

Ecco il calendario per il passaggio regione per regione al nuovo digitale terrestre.

1 settembre 2021 – 31 dicembre 2021

Area 2 – Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano;

Area 3 – Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza

1 gennaio 2022 – 31 marzo 2022

Area 1 – Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna

1 aprile 2022 – 20 giugno 2022

Area 4 – Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata; Abruzzo, Molise, Marche.

Lascia un commento