Crea sito

Articles Comments

Libera Notizia » Entries tagged with "Letteratura russa"

Tolstoj e il conflitto interiore dell’uomo

Tolstoj e il conflitto interiore dell’uomo

Nelle sue lezioni di letteratura russa, Vladimir Nabokov ha individuato il miglior prosatore russo: esclusi i precursori Puškin e Lermontov, la classifica vede al quarto posto Turgenev (Padri e figli), al terzo Cechov, al secondo posto Gogol (Anime morte) e al primo Lev Tolstoj. Nabokov cerca poi di spiegare a cosa si debba l’esclusione di Dostoevksij, dopodiché analizza tutta la grandezza di Tolstoj, soffermandosi però più su Anna Karenina che su Guerra e pace e individuando … Leggi tutto »

Categorie: Cultura

Adulterio e morte. Confronto tra “Madame Bovary” e “Anna Karenina”

Il luogo comune secondo cui Madame Bovary e Anna Karenina siano vicini, per la trama e per il tragico finale, non è del tutto esatto. Se si sottopongono i due romanzi ad una meno superficiale analisi, sarà facile capire come non ci siano molti punti d’incontro. In Madame Bovary, Emma sposa Charles, un uomo semplice, ma incapace. Emma s’illude: vorrebbe vivere come le eroine dei suoi romanzi (anche Anna Karenina legge), ma si deve accontentare del ballo al castello (in cui rivela tratti della sua sensualità). Il romanzo è ambientato in provincia, in Francia, mentre Anna Karenina esclusivamente negli ambienti aristocratici russi. Emma e Anna tradiscono i rispettivi mariti, ma le circostanze dell’adulterio sono totalmente diverse: Emma ha due amanti (Rodolfo e Leon) che non provano alcun sentimento vero per lei, e … Leggi tutto »

Categorie: Cultura

Oblomovismo, una malattia attuale

Non è facile incontrare romanzi come Oblòmov, capolavoro di Ivan Gončarov. Tutto il romanzo è pervaso da un senso di immobilità, di staticità, di apatia permanente. Leggendo le gesta incompiute di Oblòmov, il lettore italiano non può che rammentare l’inetto sveviano. E Oblòmov altri non è che un inetto. La differenza con gli eroi sveviani sta nella nazionalità. Oblòmov è un nobile proprietario terriero, abituato sin da piccolo a essere circondato dai servi. Il suo servo di fiducia, Zachàr, gli infila addirittura gli stivali. Per tutta la prima parte del romanzo Oblòmov è immobile: non accade nulla – ma si pensa tanto e si parla tanto. Gončarov non manca di penetrare nei pensieri più reconditi dei suoi personaggi – a incominciare proprio da Oblòmov, di cui racconterà per filo e per … Leggi tutto »

Categorie: Attualità

Siti per blog