Caro Petrolio: bisogna risparmiare

Con il boom del caro petrolio causato dall’ondata rivoluzionaria nell’area di Nord Africa e Medio Oriente diventa strategico per l’Ue ridurre la bolletta energetica, puntando soprattutto sull’efficienza. Su questo fronte la Commissione Ue presentera’ la prossima settimana un piano di azione. E’ quanto ha spiegato il commissario Ue al Clima, Connie Hedegaard, in un’audizione in Commissione Ambiente al Parlamento europeo. ”La prossima settimana – ha detto Hedegaard – presenteremo un piano di azione sull’efficienza energetica”. Un’iniziativa che arrivera’ in concomitanza con la proposta di taglio del 25% delle emissioni di CO2 entro il 2020, nell’ambito di una road map per raggiungere l’obiettivo di riduzione dell’80% per il 2050. ”L’anno scorso – ha aggiunto il commissario Ue per il Clima – abbiamo importato 17 milioni di dollari di petrolio in piu’ nell’Ue. E con il prezzo attuale salito a 117 dollari al barile, e’ chiaro perche’ dobbiamo ridurre il consumo di energia. L’energia che costa meno – ha concluso Hedegaard – e’ quella che non si utilizza”. Secondo la tabella di marcia della presidenza ungherese di turno dell’Ue, la road map per un’economia a basso contenuto di carbonio per il 2050 sara’ uno dei temi del Consiglio dei ministri dell’Ambiente dell’Ue, previsto il prossimo 14 marzo, e potrebbe essere approvata dai 27 Stati membri gia’ a giugno di quest’anno. (Fonte ANSA)
Precedente Cremlino: 'Via Gheddafi'. L'11 marzo vertice dell'Ue Successivo Stop da Bruxelles su assicurazioni più care per le donne